Il regolamento per l’utilizzo di droni giocattolo

E’ possibile far volare un drone senza problemi? Serve un patentino per il suo utilizzo? Sono domande che spesso ci poniamo senza mai trovare una reale risposta: vista la grande forza conquistata dai droni giocattolo andremo insieme a scoprire quali siano le regole utili per l’utilizzo di questo oggetto.

Un drone, anche il modello da gioco più piccolo che troviamo in vendita sul web a 30 euro, e porta il nome di Parrot AR.Drone, viene regolamentato da un decreto ENAC (che si occupa proprio di droni e “mezzi aerei a pilotaggio remoto”) che pone delle regole da rispettare sia in termini di peso che di dimensione. Le regole sono in vigore dal 30 aprile e prevedono che chiunque voglia far volare un drone sia maggiorenne e deve aver frequentato un corso di pilotaggio e deve assicurare il mezzo.

I droni però sono divisi in due diverse categorie: patentino e corso sono relativi ai troni per attività professionali. I droni giocattolo in vendita invece fanno parte della categoria “aeromodelli” e questi sono esenti da queste regole, poiché considerati ricreativi e sportivi. Anche nel loro caso però vi sono delle regole ben precise proprio perché questi dispositivi devono essere solo ed esclusivamente usati come hobby e in tal caso non richiedono la maggiore età e neppure la patente per essere telecomandati. I droni giocattolo possono quindi volare liberamente all’interno di uno spazio chiuso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *